Psicoterapeuta Mestre Padova

Non abbandonarti al narcisista

Vedere e toccare con mano quello che era già fin troppo evidente, per esempio che flirta con altre. Se da un lato fa tanto male dall’altra parte crea quella energia che sarebbe da impiegare per dire “stop, basta davvero!”. 

Il problema è che finché non si prende questa decisione si continua a essere vittima del gioco perverso della dipendenza. All’incredulità e al dubbio che non danno pace giorno e notte, seguono la voglia di verificare, di scoprire, di ricevere spiegazioni.

Alla successiva verifica e scoperta di come stanno le cose, segue la sberla morale, il dolore di una ferita che si è aperta. Al dolore segue la rabbia, che cede il passo nel tempo alla consapevolezza amara. A questo punto o si prende al volo l’occasione per abbandonare la nave o si ricade nuovamente nel ciclo dell’abuso, a causa della dissonanza cognitiva e della dipendenza, dove dubbio e incredulità portano ancora a chiedere spiegazioni e voglia di giustizia. 

Queste però non arriveranno mai veramente se non sotto forma di lacrimevoli scuse o assurde contro accuse, perché sei gelosa di una persona così? Perché ragioni ancora con l’idea che se qualcuno ti fa del male hai commesso qualcosa che non va o perché dovresti dare di più per avere un briciolo di considerazione. Ma la bambina che ragionava così ora è adulta e se allora il bisogno vitale era di non essere abbandonata, ora non abbandonarti nelle mani di chi non ti merita.