Psicoterapeuta Mestre Padova

Come un sasso grigio…

Oggi il mio pensiero va a chi il “no contact” non può farlo perché non è materialmente possibile o comunque perché non è consigliato, almeno per il momento o senza prendere adeguate precauzioni.

Sono i casi in cui si condivide una condizione di lavoro o di co-genitorialità, di parentela stretta. Ci sono inoltre i casi in cui il partner si sia espresso già con atti di violenza o abbia minacciato in tal senso. In quest’ultimo caso, prima di attuare il “no contact” bisogna preparare il terreno attraverso la preventiva consultazione di terapeuti, avvocati, forze dell’ordine.

Apprendere le capacità di far fronte a situazioni di questo tipo richiede molto tempo. Si tratta, tra l’altro, di acquisire delle competenze in gestione delle proprie emozioni partendo da una situazione di svantaggio, quella della dipendenza affettiva.

Una importante palestra di vita che certo alla vigilia non ci si sarebbe augurati di frequentare.

Ad esempio, devi conoscere la differenza tra reagire e rispondere alle situazioni. Reagire vuol dire lasciarsi prendere dalle emozioni, perdere il proprio centro, agire d’impulso e questo fa vincere l’altro.

Rispondere vuol dire mettere in atto quel delicato distacco, ossia la capacità di mettere una distanza fra sé e l’altro e andare avanti per la propria strada senza esprimere emozioni, che sono fonte di approvvigionamento per la categoria dei narcisisti, psicopatici e sociopatici.

Giusto distacco emotivo vuol dire non rispondere alle provocazioni e ai tentativi di trascinarti in discussioni senza senso, dove la colpa è sempre la tua. In altre parole, durante le discussioni con il narcisista dovrai comportarti alla stregua di un sasso grigio, ossia qualcosa che non richiama assolutamente attenzione.

Ma c’è un però: in un primo momento non riuscirai a ottenere il risultato di essere lasciata in pace, infatti il narcisista, avendoti conosciuta come una persona vivace e piena di vita, farà fatica a credere che sia cambiato qualcosa dentro di te e ti provocherà, sicuro di ottenere prima o poi una reazione. E’ lì che dovrai fare la differenza.

Il tuo obiettivo è farlo desistere, fargli mollare la presa, cosa che prima o poi farà, esattamente come farebbe con un accendino quando, nervosamente, vuole sfruttare l’ultima goccia di gas.

Nella tua intimità starai coltivando la nuova te stessa, che custodirai gelosamente.

C’è un nuovo futuro che ti attende, buon cammino.