Autenticità: il vantaggio di essere se stessi

Autenticità. Prima o poi arriva un momento nella vita in cui ci si rende conto che sono più gli episodi in cui si indossa una maschera che quelli in cui si è autentici.

A chi non è capitata la voglia di essere completamente autentici e, nonostante cio’, sentirsi frenato o preso dalla vergogna di non essere accettato o di essere giudicato?

Vediamo cosa nasconde il desiderio di essere sempre socialmente accettati.

Se ci pensiamo bene, la non-autenticità è premiata fin da piccoli: “se fai il bravo ti do’ una caramella”.

Attenzione, non viene detto “Se sei bravo” ma “Se fai il bravo”.

Nella comunicazione in uscita occorre sfidare la non accettazione degli altri per essere completamente autentici. E’ facile accettare coloro a cui siamo simpatici, un pò meno semplice interagire con chi e’ in continua sfida contro di noi.

Essere autentici non significa essere completamente istintivi: una persona che è stata ferita e reagisce con violenza è stata pienamente spontanea? Forse, ma la stessa persona potrebbe arrivare a perdonare: quale dei due atteggiamenti e’ davvero autentico?

Certi modi di pensare cosi radicati da tempo dentro di noi, che non distinguiamo più se li abbiamo ereditati, li abbiamo acquisiti o sono veramente nostri.

Quali sono i vantaggi di essere autentici? Innanzitutto la libertà di essere se stessi e non essere ricattabili, a posto con la nostra coscienza.

Nelle relazioni, questo approccio da una parte tiene alla larga le persone non autentiche, dall’altra autorizza anche gli altri ad essere genuini.

Se hai intenzione di togliere la maschera sempre più spesso e non sai come fare, alcuni consigli:

intanto è importantissimo sapere quali sono i tuoi valori fondamentali: i valori sono le cose che riteniamo importanti.

Ogni volta che devi fare una scelta chiediti se è in linea con i tuoi tre valori principali.

I miei sono quelli della crescita personale, del dare un contributo e dell’amore.

Quando sono in dubbio mi chiedo se la decisione rispetta questi tre riferimenti.

Nel motivarti a essere autentico, pensa alle conseguenze negative della non-autenticità: potrebbero spaventarti ancor di più rispetto a quelle che si verificherebbero nell’accettare di esserlo.

La prossima volta che sei in dubbio tra l’essere bravo o essere autentico, fai una scelta consapevole.