Abbandoni e chiusure, perché è difficile dire addio.

Ti sei mai chiesta/chiesto perché nonostante tutte le evidenze e i maltrattamenti non riesci a chiudere con una persona tossica?

Non mi riferisco ai casi in cui è giusto rimboccarsi le maniche e cercare insieme una soluzione per i problemi di coppia, mi riferisco ai casi di abuso psicologico ripetuto e solo tu sai se ci sei dentro.

Una delle paure che riscontro più frequentemente nelle persone che ascolto è quella di voltare le spalle definitivamente al partner abusante.

Nei casi in cui l’emozione è più forte della ragione, praticamente la norma, la persona che dovrebbe darsela a gambe preferirebbe piuttosto essere lasciata, piuttosto che avere sulla coscienza la responsabilità, vissuta come una colpa terribile, di voltare la faccia a chi in futuro potrebbe tornare supplicando, chiedendo perdono e promettendo di cambiare.

Vuoi sapere se questo è il tuo caso? Facciamo un test.

Prendi il tuo cellulare in mano, vai su un suo profilo e metti il tuo polpastrello a un solo centimetro dalla scritta “blocca”, immaginando che questa volta sarà per sempre. Mentre sei li’ ascoltati e misura da 0 a 10 quanto male stai al pensiero delle sue reazioni, al pensiero di farlo stare male, al pensiero che non vi vedrete mai più, nemmeno nel caso in cui ti supplichi aiuto.

Stai un momento con quella sensazione e nota se affiorano ricordi lontani, come l’eco di un antico rimorso per avere già abbandonato qualcuno in passato. Potrebbe trattarsi di un ex partner, di un parente oppure di un amico a quattro zampe. Certo, so che per alcuni non è facile accettare l’idea salvifica di aver fatto del proprio meglio in quel momento ma fare pace con quel passato ti aiuterà ad avere più coraggio per affrontare questo presente.

Fare pace con quel passato si può rivivendo quel dolore in una situazione protetta quale quella di una relazione terapeutica. Non lavori su di te perché hai qualcosa che non va ma perché ti meriti la libertà dai condizionamenti del passato, per aprirti al tuo nuovo futuro.

Buon cammino.