Quando lui sparisce nel silenzio. La risposta alle tue domande

 

C’è un comportamento messo in atto dal narcisista perverso che maggiormente manda in tilt la partner, lasciandola in una valle di lacrime: la strategia del silenzio. Lui sparisce, giocando la prima delle sue carte per assicurarsi il controllo psicologico dell’innamorata. Già, il punto è proprio questo: a lui non costa nulla sparire, perché prova poco o nulla e anzi, si sta già fregando le mani perché sa che sarà lei a cedere e a tornare a testa bassa.

Ricordi la canzona di Gianna Nannini “Ti telefono o no? Chissà chi vincerà…”

E potresti essere capace di resistere al dolore per il fatto di non vederlo più.

E potresti resistere perfino alla tentazioni di avere anche un contatto breve, anche solo per mandarlo a quel paese.

Ma puoi stare tranquilla che lui tornerà e non è una buona notizia. Anche se le prime volte sarà con un semplice “ciao” su messaggio, non è che si sprechino poi così tanto. Non appena lascerai trasparire dei segnali di gioia nella tua risposta, lui si ritirerà di nuovo in sordina, con la macabra soddisfazione di averti di nuovo in pugno.

Come difenderti allora? Numero uno: è utile sapere che il narcisista torna, sempre. Ma quando lo fa è per soddisfare la sua voglia di controllo, il suo senso di possesso. Numero due: è bene che tu sappia che il bisogno di controllo è proprio il suo punto debole, per questo motivo, il no contact, il tuo silenzio assoluto è l’unica soluzione per sganciarsi definitivamente dalla schiavitù della dipendenza affettiva. 

Buon cammino.