Risollevarsi dopo una relazione con un narcisista perverso

Quali sono i segnali della dipendenza psicologica da una persona narcisista? Sei dipendente se attribuisci eccessiva importanza alla sua opinione nel prendere decisioni. Quando ti dai fin troppo da fare nel sostenere le tue idee quando l’altro non è d’accordo.

Sei dipendente se ti metti sulla difensiva se l’altro si arrabbia o fingi di stare bene nascondendo il tuo disaccordo. Se cambi idea se l’altro ti critica o accetti colpe che non ti appartengono.

Se un tempo era rischioso essere se stessi e pensarla diversamente da papà, oggi che sei grande hai il compito di capire che le tue idee e il tuo valore non dipendono dall’approvazione di una persona narcisista.

Se fino a oggi le tue antenne erano orientate a quali erano i segnali di disapprovazione dal mondo esterno è ora di ridirottarle dentro di te e chiederti: chi sono io? Cosa ritengo giusto e importante? quali sono i miei punti di forza? fino a che punto è giusto tenere conto degli altri e quanto invece seguire la propria strada autonomamente?

E’ prevedibile che il narcisista ostacolerà il tuo tentativo di pensare con la tua testa ma visto che non è possibile ottenere la sua approvazione smetti di cercarla. Ecco quattro punti su cui basarti per ricominciare da zero:

Numero uno: dignità. Anche se c’è qualcuno che non lo accetta e non lo comprende ogni persona ha una sua dignità che deve essere rispettata.

Numero due: onestà verso se stessi. Adottare un comportamento falsamente compiacente è tradire se stessi e alla lunga ti fa perdere la cognizione di cosa sia giusto o sbagliato.

Numero tre: accettazione. Ogni volta che la speranza che lui o lei cambi viene delusa tu subisci un trauma ma puoi evitarlo se smetti di sperarlo.

Numero quattro: direzione dell’impegno. Se fino a ora hai cercato di cambiare l’altro è ora di curare la tua stabilità emotiva e la tua crescita personale.

Buon cammino.