Perché il narcisista patologico ritorna

 

I ritorni del narcisista ti provocano grande confusione?

Allora e’ il caso di capire che ruolo occupi nella scacchiera delle sue relazioni.

Se ancora non ti ha fatto soffrire abbastanza, forse uno dei tuoi dubbi riguarda la sua capacità di vivere fino in fondo e con coraggio le relazioni di amore.

E poiche’ tu hai questo coraggio vince l’illusione, e a volte la pretesa, di cambiarlo con la tua dedizione.

Purtroppo non è così che funziona.

Se ti dicesse la verità: “Sono tornato perché l’altra mi ha stufato e voglio fargliela pagare!”, tu lo accoglieresti?

E se fosse ancora più sfacciato: “Scusa cara, da te trovo sempre un letto caldo…”, tu lo accoglieresti?

Ora analizziamo le due situazioni più frequenti nel ritorno del narcisista:

Caso numero 1 Tu non sei la sua partner ufficiale: avete una relazione “leggera”, che sta bene anche a te. Non sei trattata poi così male: in fondo ti ha sempre detto di non aspettarti “impegni”. In questo caso ricompare perché in quel momento sei di strada nel suo percorso di vita e fai parte dei suoi piaceri.

Caso numero 2 Allacciati le cinture, torna per completare il suo lavoro! Quale? Quello di finire di prosciugarti da qualsiasi risorsa di felicità e di gioia. Il narcisista, a seconda del suo livello di perversione, vuole sempre fare rifornimento di energia, ma nel constatare che ti tiene ancora in pugno, nel peggiore dei casi gode nel vederti delusa per l’ennesima volta e nel lasciarti in una valle di lacrime.

Ora che lo sai, buon cammino, ma … accelera il passo!